Dove Siamo:Via Adige 7, Cursi 73020 LE
Seguici su

Concordato Minore

Il concordato minore, che sostituisce l’accordo di composizione della crisi, è rivolto a determinate categorie di soggetti quali: il professionista, l’imprenditore minore, l’imprenditore agricolo e le start up innovative. Tramite l’OCC i soggetti...

Il concordato minore, che sostituisce l’accordo di composizione della crisi, è rivolto a determinate categorie di soggetti quali: il professionista, l’imprenditore minore, l’imprenditore agricolo e le start up innovative. Tramite l’OCC i soggetti appena elencati, ad eccezione del consumatore, possono presentare ai creditori una proposta di concordato minore se il piano consente la prosecuzione dell’attività imprenditoriale o professionale. Tale proposta può essere fatta anche quando è previsto l’apporto di risorse esterne che aumentino in misura apprezzabile la soddisfazione dei consumatori. L’Organismo di Composizione della Crisi svolge un ruolo importante poiché non si limita a presentare la domanda, predisporre il piano e la proposta di concordato minore (art. 75 – art. 76), ma si occupa anche di curare l’esecuzione del procedimento come ausiliario del giudice (art. 78). il concordato minore è approvato dai creditori che rappresentano la maggioranza dei crediti ammessi al voto e non più il raggiungimento del 60%, come previsto in precedenza. Il tribunale, una volta verificata la fattibilità del piano e il raggiungimento della maggioranza, deve omologare con sentenza il concordato minore. Il debitore deve dare esecuzione al piano omologato e terminata la procedura l’OCC, sentito il debitore, presenta al giudice il rendiconto e se approvato il debitore ottiene l’esdebitazione. In presenza di contestazioni in merito alla convenienza della proposta, il tribunale deve omologare il concordato nel momento in cui ritiene che il credito dell’opponente possa ricevere un soddisfacimento non inferiore a quello che otterrebbe in caso di liquidazione giudiziale, per effetto dell’esecuzione del piano.

Beneficiari – Professionista;

– Imprenditore minore;

– Imprenditore agricolo;

– Start Up innovative.

Proponente – Professionista;

– Imprenditore minore;

– Imprenditore agricolo,

– Start Up innovative

tramite l’OCC ai creditori che rappresentano il 50% dei crediti ammessi al voto, non considerano quelli muniti di privilegio, pegno o ipoteca

Obiettivo Prosecuzione dell’attività imprenditoriale o professionale oppure aumentare in modo apprezzabile la soddisfazione dei creditori
Requisito essenziale Omologazione del giudice
Documentazione obbligatoria – Relazione dell’OCC, allegata alla domanda;

– documenti contabili e fiscali previsti dall’art. 75.

Art. 76
Effetti – Il deposito della domanda blocca il corso degli interessi convenzionali o legali fino alla chiusura della procedura, a meno che i crediti non siano garantiti da ipoteca, da pegno o privilegio, salvo quanto previsto dagli articoli 2749, 2788, 2855, commi 2 e 3 del Codice Civile;

– Il concordato minore della società produce i suoi effetti anche per i soci illimitatamente responsabili.

Art. 76 c. 5
In caso di insuccesso Se non è omologato si converte in liquidazione controllata Art. 83
CHI SIAMO
La TOP CONSULTING è un’affermata società che si occupa di consulenza finanziaria e strategia aziendale. Trova origine nell’esperienza della dott.ssa Maria Marrocco le cui competenze accademiche e la molteplici esperienze professionali hanno permesso di creare una struttura in grado di soddisfare tutte le esigenze in tema di finanza delle piccole e medie imprese.

L’esperienza dei partner di www.crisidimpresa.net è almeno trentennale e conta di centinaia di incarichi di consulenza portati avanti con successo. Una consulenza che ha sempre operato per obiettivi specifici fissati e determinati e per i quali è stato sempre chiaro lo specifico vantaggio per il cliente.

SEGUICI SU FACEBOOK

SOCIAL